Puericultrice a domicilio

Puericultrice Milano, Le conoscenze che deve possedere la puericultrice riguardano le seguenti materie:

  • anatomia e fisiologia
  • psicologia
  • legislazione sanitaria e della famiglia
  • primo soccorso in età pediatrica
  • puericultura
  • pedagogia
  • patologia neonatale e pediatrica
  • gravidanza e parto

Deve inoltre conoscere la comunicazione e il linguaggio verbale, corporeo, figurativo, i diritti del bambino, i doveri della famiglia e della società, le tappe evolutive, lo sviluppo socio-psicologico del bambino, le funzioni dell’asili nido, le varie attività ludico-motorie.

Puericultrice Milano

Renata Wetter, Puericultrice a Domicilio

I bambini, i neonati in modo particolare, mi hanno sempre affascinato ed incuriosito moltissimo.

Per anni ho avuto l’opportunità di avvicinarmi a loro grazie al volontariato che ho esercitato in una Casa Famiglia di Milano, “Istituto Buon Pastore”. 

Durante questo periodo mi sono rapportata, in modo particolare, con bimbi dai 0 ai 3 anni. 

E’ stata un’esperienza molto coinvolgente ed appassionante tanto che, ad un certo punto, ho deciso di approfondire e migliorare le mie conoscenze e competenze iscrivendomi al “Istituto Tecnica 2000” dove ho conseguito il diploma di Puericultrice.

Da quel momento è iniziata la mia avventura nel magico, meraviglioso mondo della Puericultura.

Puericultrice Milano

a Domicilio

Frédérick Leboyer

 “una parola a proposito delle mani che reggono il bambino. E’ con le mani che si parla al bambino, che si comunica con lui. Toccarlo costituisce il primo linguaggio, quello che precede l’altro, di gran lunga. Vedere e capire: ciò che verrà dopo il sentire. Con l’uso della parola e dell’intelligenza. E’ quel toccare che nei ciechi ritrova tutta la sua sensibilità. S scopre di colpo quanto importa il contatto, la maniera di tenere il bambino. E’ un linguaggio da pelle a pelle. Di quella pelle da cui derivano gli altri organi di senso. Che sono come finestre, aperture nel muro di pelle che ci limita e che ci separa dal mondo. Aperture attraverso le quali entriamo in contatto col “di fuori”. Ma allora come bisogna toccare, manipolare un neonato? Molto semplicemente: ricordandosi di ciò che ha appena lasciato. Tenendo presente, ancora una volta, il principio: tutto ciò che è nuovo e sconosciuto terrorizza. Tutto ciò che è riconoscibile, tutto ciò che appare famigliare rassicura, tranquillizza. Di modo che per calmare, per rappacificare il bambino nell’universo strano e incomprensibile in cui di colpo è caduto, occorre e basta che le mani che lo prendono parlino un linguaggio “viscerale”. Devono parlare e toccarlo come faceva l’utero”. 

Puericultrice Milano

Puericultrice Milano:

Le mie consulenze

“Una vita affianco alle neo mamme per aiutarle a conquistare la consapevolezza del proprio ruolo ”

La mia passione, Renata Wetter

Puericultrice Milano:

 Costi e Certificazioni

Prezzi

Read More

CertiFicazioni

Read More

La Puericultrice a domicilio, grazie alle sue competenze acquisite durante un percorso di studio, è in grado di promuovere:

  • adattamento del neonato/a alla vita post-natale
  • allattamento al seno
  • benessere della mamma e della famiglia
  • lo sviluppo psicologico, ludico-motorio, del linguaggio, della socializzazione
  • prevenzione di anomalie organiche e relazionali suggerendo interventi assistenziali mirati (ad esempio, visita pediatrica)

La presenza di una professionista qualificata ed esperta può infondere nei neogenitori quella serenità e sicurezza necessari affinché possano affrontare al meglio le prime settimane nel loro nuovo ruolo.

Scrivi per una Consulenza e per avere maggiori informazioni sui servizi di Puericultrice a domicilio